.
Annunci online

ALTOFORNO
il tuo sound demenziale
 
 

ALTOPOSTA
altofornoband@yahoo.it

ALTOFOTO
(quissopre)

ALTOBLOGGHE
(quissopre)

ALTOSITI
(quissopre)

ALTOTESTI
- 740
- A forza de fare lu vento
- Alice
- Ancona
- Annarosa
- Ateneo
- Bambù
- Bar Aci
- Bardascio io bardascia tu
- Bava
- Bin Laden
- Birra Corona
- Birrokkiu
- Bonanotte Alitalia
- Buonanotte budellona
- Caccole
- Carsulae è
- Chicchine
- Chilo de bollito
- Ciaurro
- Contatore
- Cpa
- Cuccureddu
- Cunijo punito
- Domenica spettrale
- Elio
- E' scappato il guerro
- Espadrillas
- Falegname
- Fanculo al presidente
- Fanghi
- Fini papà
- Forza Fere
- Fratello grasso
- Frutta secca
- Gianni
- Hanno ucciso un uomo al bagno
- I Colussi
- Il perito e il cazzone
- Il ritorno
- Io vorrei non vorrei
- I've got the Tevere in me
- L'obelisco d'Arnaldo
- La ballata dell'uomo al bagno
- La Cascata
- La cinghia stricht
- La donna e il pipino
- Lapo Elkann
- La pittrice
- La pressa
- La roba
- La terra dei carri
- Liberati
- Li chiamano gay
- Lischette
- Lou Pork Lou Pork
- Lu Cantamaggio
- Lu carrozzone
- Lugnano addio
- Lu majo
- Lu mare de Terni
- Milingo
- Mi moje non fa più il piccione
- Moltitudine
- Muccapacha
- Mullah Omar
- Ogni volta
- Oh condom
- Pacciani blues
- Pappardelle
- Pedrino y Delgado
- Perdere i capelli
- Permanente
- Piccola Lassie
- Pidocchio
- Pigmento
- Pistorius
- Porchettaro
- Porkamadoro
- P.R.
- Psycopharmer
- Quattro cane
- Quattro stagioni
- Quote latte
- Raffaello
- Rutelly Day
- San Valentino
- Sa pure di sale
- Sarà perchè è ternano
- Sarkò
- Scopone scientifico
- Scoutismo è
- Serie A
- Sgancia Linda
- Shopping in my town
- Sibbonu
- SNAI
- Solo
- Spiazzo grande
- Spigola
- Ternitudine
- Tifo per lei
- Torri
- Tressette
- Ttt - 3 turni alla "Terni"
- Un'avventura
- Under the mutand
- Un poro gatto
- Vecchiaia mia 
- Veltrone de Roma
- Ve ripijamo
- Via i Power Rangers
- Viparo
Viva la cacca


DICONO DI NOI



 



14 dicembre 2006
LUGNANO ADDIO
Oh Marta io ti ricordo così
I fianchi larghi e i tuoi polpacci
Tutti scorticati
Eh, e le tue mani contadine,
piene di calli e di vesciche
e le tue rosciole.
Bardascio mio strillavi
e su la macchia te corgavi
me corgo anch’io
tu mi dicevi e te corgavi
sopra lu pleidde, sotto la cerqua te stringevo.

Tu, tu mi parlavi di granturco,
de broccoletti e de patate
non me ne poteva fregà de meno.
Eh, ricordo si, io ti chiedevo,
ma ste mutanne a fiorelloni
ndo cazzo l’hai comprate?”

E ti chiedevo tesoro,
abbassa la sella sennò moro,
e sti scarponi, ti prego nun te li levà,
mia cara Marta più che una donna
sei un cinghiale.

Oh, Marta io ti ricordo così,
per le campagne di Lugnano
noi ce ‘nfrattavamo.
Lugnano addio, cantavi
E a lu granturco te lasciavo
Trebbia con me, tu mi chiedevi ma io me davo,
da ‘n posto che, non potevo più vedere
Oh Marta io ti ricordo così,
le tue rosciole e i tuo polpacci… tutti scorticati.

Lugnano sta per Lugano.



permalink | inviato da il 14/12/2006 alle 22:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        gennaio
Ultime cose
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
Feed
blog letto 1 volte