.
Annunci online

ALTOFORNO
il tuo sound demenziale
 
 

ALTOPOSTA
altofornoband@yahoo.it

ALTOFOTO
(quissopre)

ALTOBLOGGHE
(quissopre)

ALTOSITI
(quissopre)

ALTOTESTI
- 740
- A forza de fare lu vento
- Alice
- Ancona
- Annarosa
- Ateneo
- Bambù
- Bar Aci
- Bardascio io bardascia tu
- Bava
- Bin Laden
- Birra Corona
- Birrokkiu
- Bonanotte Alitalia
- Buonanotte budellona
- Caccole
- Carsulae è
- Chicchine
- Chilo de bollito
- Ciaurro
- Contatore
- Cpa
- Cuccureddu
- Cunijo punito
- Domenica spettrale
- Elio
- E' scappato il guerro
- Espadrillas
- Falegname
- Fanculo al presidente
- Fanghi
- Fini papà
- Forza Fere
- Fratello grasso
- Frutta secca
- Gianni
- Hanno ucciso un uomo al bagno
- I Colussi
- Il perito e il cazzone
- Il ritorno
- Io vorrei non vorrei
- I've got the Tevere in me
- L'obelisco d'Arnaldo
- La ballata dell'uomo al bagno
- La Cascata
- La cinghia stricht
- La donna e il pipino
- Lapo Elkann
- La pittrice
- La pressa
- La roba
- La terra dei carri
- Liberati
- Li chiamano gay
- Lischette
- Lou Pork Lou Pork
- Lu Cantamaggio
- Lu carrozzone
- Lugnano addio
- Lu majo
- Lu mare de Terni
- Milingo
- Mi moje non fa più il piccione
- Moltitudine
- Muccapacha
- Mullah Omar
- Ogni volta
- Oh condom
- Pacciani blues
- Pappardelle
- Pedrino y Delgado
- Perdere i capelli
- Permanente
- Piccola Lassie
- Pidocchio
- Pigmento
- Pistorius
- Porchettaro
- Porkamadoro
- P.R.
- Psycopharmer
- Quattro cane
- Quattro stagioni
- Quote latte
- Raffaello
- Rutelly Day
- San Valentino
- Sa pure di sale
- Sarà perchè è ternano
- Sarkò
- Scopone scientifico
- Scoutismo è
- Serie A
- Sgancia Linda
- Shopping in my town
- Sibbonu
- SNAI
- Solo
- Spiazzo grande
- Spigola
- Ternitudine
- Tifo per lei
- Torri
- Tressette
- Ttt - 3 turni alla "Terni"
- Un'avventura
- Under the mutand
- Un poro gatto
- Vecchiaia mia 
- Veltrone de Roma
- Ve ripijamo
- Via i Power Rangers
- Viparo
Viva la cacca


DICONO DI NOI



 



31 maggio 2005
ANNA ROSA





T’hanno visto anche a tempi moderni,
hanno detto ecco quillo de Terni
sei arrivato coi tuoi tacchi a spillo
“Siamo donne” intonava Jo Squillo.
La mini e quel tuo toppe blu
Gianfranco nun te chiami più
Non riuscivi ad accettare il tuo corpo, te piaceva la carne de porcu.

Esser donna è una cosa normale,
diventacce te pija un po’ male,
fino a ieri guardavi Biscardi
mo t’abbracci co Daria Bignardi.
Tu nonno lungo aveva visto
“Che jemo fatto a Gesù Cristo”.
Da sta storia de certo uscirai ce faremo na birra all’Hawai.

E intanto il tempo se ne va
e mo te fai chiamà Annarosa,
te metti a sede pe piscià,
la vita è proprio ‘n andra cosa,
la picchia che gran novità
dopo la cura co l’ormoni
le puppe a pera han preso già,
lu posto de li cojoni.

Si tu padre ha gridato al malocchio
che scoperta stu fijo finocchio
si tu madre s’è pure commossa
dopo che t’hanno assunto commessa.
Non c’hai più peli su le cosce,
li tanga venni a le bardasce,
e sta sera esci co tu ragazzo nun po’ crede che lì c’ere un cazzo.

Capace c’hai ragione tu
che hai appeso al chiodo li cojoni
la picchia certo te darà
un sacco de soddisfazioni.
Senza problemi a rimorchià
Te basterà uscì da una stanza,
così acchittata non sarà
difficile fa strusciapanza.    ( x 2 )

"Quel vestito da dove è sbucato?", cantava Celentano. 




permalink | inviato da il 31/5/2005 alle 18:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
       giugno
Ultime cose
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
Feed
blog letto 1 volte